Comune di Fontaniva

CENSIMENTO PERMANENTE DELLA POPOLAZIONE E DELLE ABITAZIONI

Pubblicata il 24/09/2018



 
Ad ottobre inizia il censimento permanente della popolazione e delle abitazioni
 
A ottobre 2018 parte il Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni.

Per la prima volta l’Istat rileva, con una cadenza annuale e non più decennale, le principali caratteristiche della popolazione dimorante sul territorio e le sue condizioni sociali ed economiche a livello nazionale, regionale e locale.
Il nuovo Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni non coinvolge tutte le famiglie che dimorano abitualmente sul territorio italiano, ma un campione di esse ogni anno: circa un milione e 400 mila famiglie, residenti in 2.800 comuni italiani.

Inoltre, solo una parte dei comuni (circa 1.100) è interessata annualmente dalle operazioni censuarie, mentre la restante è chiamata a partecipare una volta ogni 4 anni. In questo modo, entro il 2021, tutti i comuni partecipano, almeno una volta, alle rilevazioni censuarie.

Grazie all’uso integrato di rilevazioni statistiche campionarie e dati provenienti da fonti amministrative, il Censimento permanente è in grado di restituire annualmente informazioni che rappresentano l’intera popolazione, ma anche di contenere i costi e il disturbo statistico sulle famiglie. Informazioni necessarie ai decisori pubblici (Stato, Regione, Provincia, Comune), alle imprese, alle associazioni di categoria, a enti e organismi che le utilizzano per programmare in modo ragionato, pianificare attività e progetti, erogare servizi ai cittadini italiani e agli stranieri che vivono in Italia e monitorare politiche e interventi sul territorio.

A partire dall’anno 2021, con cadenza quinquennale, la popolazione legale sarà determinata con decreto del Presidente della Repubblica sulla base dei risultati del Censimento permanente della popolazione.

Il Comune di Fontaniva quest’anno sarà interessato alle operazioni censuarie, e per il 2018 le famiglie coinvolte, selezionate direttamente da Istat e che dovranno rispondere alle domande di un apposito questionario, saranno circa 500.

Il Censimento si sviluppa in due modalità, che saranno attuate entrambe a partire da ottobre.

C'è una rilevazione areale, che riguarderà un campione di indirizzi (219), sorteggiati da Istat, nei quali le famiglie dimoranti saranno intervistate a casa dai rilevatori incaricati; questa rilevazione terminerà il 23 novembre.

La rilevazione di lista, che riguarderà un campione di famiglie (275), estratto da Istat a partire dalle liste anagrafiche con qualsiasi indirizzo di residenza, che potranno compilare direttamente online il proprio questionario, oppure rivolgersi al proprio Comune (previo accordo telefonico) per la compilazione e/o per l'intervista casalinga; questa rilevazione terminerà il 20 dicembre.

Le famiglie coinvolte saranno avvisate tramite apposite comunicazioni trasmesse direttamente da Istat e/o tramite rilevatori selezionati appositamente dal Comune, PERTANTO SE NON DIRETTAMENTE COINVOLTE, LE FAMIGLIE NON DOVRANNO ASSOLVERE AD ALCUN OBBLIGO.
 
Per informazioni i cittadini si potranno rivolgere:
  1. Numero verde Istat
  2. Ufficio Comunale di Censimento: presso il Municipio di Fontaniva,  Piazza Umberto I°  1, tel. 0495949908, email:  anagrafe@comune.fontaniva.pd.it.
Ulteriori informazioni potranno essere trovate su https://www.istat.it/it/censimenti-permanenti/popolazione-e-abitazioni
Obbligo di risposta e sanzioni

Si rammenta che per quanto riguarda le operazioni di Censimento, le famiglie sono tenute all'obbligo di risposta (art. 7 del d.Lgs. n.322/1989): l'obbligo di risposta consiste nella compilazione e trasmissione, in modo completo e veritiero, dei questionari predisposti dall'Istat.

La mancata o incompleta risposta ai questionari, è sanzionabile dall’Istat nella misura minima € 206,00 e massima di € 2.065,00 (art.11 d.Lgs. n.322/1989).

Facebook Google+ Twitter